Grillo e l’ipotesi di un default

Warren Mosler: un default equivale a una tassazione sui titoli di Stato e genera deflazione, danneggia le vendite, la produzione e l’occupazione, a meno che il tutto non sia compensato da una spesa netta addizionale che ripristini il deficit.Nazionalizzare le banche Warren Mosler: nazionalizzare le banche significa, semplicemente, addossare un rischio su dipendenti pubblici piuttosto che privati. Inoltre, prestare denaro o fissare il tasso di interesse diventerebbe una questione politica nel caso della nazionalizzazione; la certezza è che il settore finanziario privato ha dimostrato ampiamente cosa è in grado di fare. Comunque, entrambi i sistemi pongono inconvenienti seri e richiedono una normativa sul sistema bancario molto stringente con una supervisione e regolamentazione completa.

Reddito di cittadinanza Warren Mosler: anche se 1.000 euro al mese fossero sufficienti per vivere potrebbero generare un problema di inflazione se le persone, in massa, decidessero di accettarlo piuttosto che lavorare producendo beni e servizi. Anche se non penso che con 1.000 euro sia questo il caso, offrire un lavoro con un salario sufficiente per vivere (PLG) non produrrebbe un rischio d’inflazione simile. Al contrario, tenderebbe a rappresentare un fattore stabilizzante. Infine, il problema fondamentale rimane: il deficit deve essere più alto, non più basso e Grillo non sembra rendersene conto.

Comments

  1. Forse Grillo non si rende conto che il deficit deve essere più alto anche perché PRIMA bisogna uscire dall’euro, o perlomeno dalla attuale dittatura della BCE che non è prestatore di ultima istanza per scelta.
    Nelle condizioni attuali forse ha ragione a volere meno deficit. Non so se ne renda conto, ma la cosa migliore penso che sia prima uscire da questo sistema della BCE e poi pensare ad aumentare il deficit dello Stato a beneficio dei cittadini e delle imprese.

    1. “MENO DEFICIT”?!?!?!?

      Meno deficit di così è impossibile, visto che abbiamo fatto il pareggio di bilancio!!! Ma quale meno deficit, il deficit si deve alzare!!!

  2. Quando il M5S voterà online il proprio candidato Presidente della Repubblica io, che sono iscritto, voterò Warren Mosler (chi se ne frega se è americano, meglio lui di tanti buffoni italiani; potrei votare Barnard ma purtroppo gli è sconosciuta la parola diplomazia)

  3. Note that I am not arguing against default per se, just that default is a deflationary event that generally increases unemployment unless it is in conjunction with proactive measures to increase deficit spending.

    The core problem is political leadership that believes deficit reduction per se is a ‘good thing’. Again, the right size deficit is the one that corresponds to full employment.

      1. Because it’s money disappearing from the private sector, as taxes are money disappearing from the private sector.

        (PERCHE’ E’ DENARO CHE SCOMPARE DAI CONTI CORRENTI DEI PRIVATI, ALLO STESSO MODO IN CUI LE TASSE SONO DENARO CHE SCOMPARE DAI CONTI CORRENTI DEI PRIVATI)

  4. Secondo me a tutti voi economisti/giornalisti economici sfugge la vera causa di tutti i problemi della nostra civiltà: L’ECONOMIA BASATA SUL DENARO.
    Per darvi un’idea di come potremmo tutti (ricchi e poveri) vivere meglio senza denaro date un’occhiata a questo link: http://www.freeworldcharter.org/it/more
    Sarà questa la vera rivoluzione, non le minchiate a 5 stelle.

    1. “Quante volte avete sentito dire che il denaro è un male? Desiderare il denaro è moralmente sbagliato. Questa è una delle bugie che più hanno impedito la realizzazione del bene. Il denaro non possiede emozioni e nemmeno intenzionalità, è solo un mezzo di scambio. Gli aspetti malefici o morali del denaro esistono solamente nel cuore degli individui, e sono lì con o senza denaro.”
      Bob Proctor

      1. sbagliato: il denaro non possiede emozioni, questo è vero, ma dà la possibilità all’uomo di realizzare i suoi peggiori istinti.
        Non so chi sia sto Bob Proctor ma trovo questa frase di una ingenuità avvilente: gli spetti malefici esistono solo nel cuore degli individui, certo, ma è proprio col denaro che diamo la possibilità a questi aspetti di realizzarsi pienamente: e i risultati li abbiamo sotto il naso.
        il denaro è solo un mezzo di scambio? Ma dove vive questo, nel paese dei balocchi? Il denaro DOVREBBE essere solo un mezzo di scambio, ma nel mondo che abbiamo costruito il denaro è TUTTO, è ricchezza, è potere, è prestigio (ovviamente sempre per pochi a danno di molti). L’unica via è la eliminazione del denaro ed una nuova filosofia del valore: al di fuori di ciò siamo fottuti tutti

    2. “Viaggiando per il mondo si nota ovunque la stessa cosa: la necessità di una rivoluzione straordinaria. Non una rivoluzione fisica – non si tratta di lanciare bombe, di spargere sangue o di insorgere – perché tutte le rivoluzioni materiali si concludono con una dittatura burocratica o con la tirannia di qualcuno. Questo è un fatto storico di cui non c’è nemmeno da discutere. Quello di cui dobbiamo parlare è la rivoluzione interiore. Non possiamo certo andare avanti così dal punto di vista psicologico. Devono intervenire cambiamenti vasti e profondi, non solo nella struttura esteriore della società ma anche in noi stessi, poiché la società in cui viviamo, la cultura nella quale siamo cresciuti sono parte di noi. La struttura sociale e la cultura sono ciò che noi abbiamo creato. Quindi noi siamo la cultura e la cultura è quello che siamo noi. Noi siamo il mondo e il mondo è noi. Se siete nati all’interno di una certa cultura, voi rappresentate quella cultura, ne fate parte, e per cambiarne la struttura dovete cambiare voi stessi.
      Una mente confusa, che ha inclinazioni ideologiche o convinzioni profonde, non può certo modificare la struttura sociale o provocarne il cambiamento, perché l’attore stesso è confuso. Per questa ragione tutto quanto egli fa si risolve in confusione; penso che questo sia abbastanza chiaro. Voglio dire: voi siete il mondo, non in un senso astratto, non come idea, ma per davvero. Siete la cultura in cui vivete. Voi siete il mondo e il mondo è voi. E se anche cambiaste l’intera struttura sociale – e ne ha veramente bisogno – partendo dalla vostra confusione, dal vostro settarismo, dalle vostre convinzioni o dai vostri ideali meschini, limitati, ristretti, otterreste solo altro caos e altra miseria.” – Jiddu Krishnamurti –
      Se prima non c’è questo, è come parlare del nulla.

    3. condivido Sergio, ma questa è un utopia nel mondo attuale, è come dire da domani tutti gli eroinomani smettano di bucarsi, il Denaro è come la DROGA… il m5s sta facendo di tutto per portare l’occupazione in Italia non bisogna screditarli ma ammirarli…

    4. ma qui si parla di mmt!!!!e poi le minchiate che dici tu a 5 stelle sono per la maggior parte condivise con il tuo programma

  5. Mr. Mosler, possiamo sintetizzare il pensiero economico della ME MMT con questa semplice equazione, che è la riformulazione dell’equazione della domanda aggregata di Keynes?:
    Y = Da = MSF + E – I
    dove MSF sta per Moneta Sovrana Fiat.
    Grazie

  6. Bisogna essere realisti….con un debito come il nostro solo un default programmato potrà metterci nelle condizioni di ricominciare. Per quanto concerne la nazionalizzazione delle banche Mussolini lo fece durante le depressione degli anni 20 e le cose non andarono così male. Guardare al Venezuela o all’argentina con un sano nazional socialismo per poter cambiare

    1. con un debito come il nostro solo un default programmato potrà metterci nelle condizioni di ricominciare

      Che senso ha questa frase?

      1. Dario, purtroppo molti stentano a comprendere come fare default equivalga ad aumentare le tasse.

        Tra default, decrescita, e reddito di cittadinanza – che poi è una misura complementare all’austerità, e non di contrasto all’austerità – qui siamo proprio a posto… c’è il giusto mix per seppellire l’economia italiana per sempre sotto tre metri di terra e nel contempo spedirci tutti in Kosovo…

        1. soprattutto non viene metabolizzato il fatto che “un debito pubblico come il nostro” non va a danneggiare le possibilità di sviluppo di una nazione.

          Il danno sta nel denominarlo in una moneta straniera.

          1. Vuoi dire che il nostro debito pubblico deve essere lasciato così e contemplare solo un’uscita dall’euro programmata………….???

            Mi sto avvicinando ora al memmt……

          2. Il problema nasce dal denominare il debito pubblico in una moneta che non si emette, che non si è in grado di controllare. Hai presente quando si dice che non bisogna accumulare troppo debito estero (come per Paesi del terzo mondo)? Oggi l’Italia ha tutto debito estero. Gravissimo. Inoltre, ogni singolo euro che l’Italia spende deve essere accaparrato dal governo attraverso l’emissione di titoli di Stato che verranno acquistati da istituti finanziari, come le banche.

            Se domani le banche non ci prestassero più i soldi acquistando i nostri titoli di Stato, andremmo a gambe all’aria.

            La cosa fondamentale è avere il proprio debito pubblico in nuove lire. Il nostro programma prevede in questo caso di convertirlo in nuove lire per i creditori che accetteranno. Chi vorrà saldare in euro, dovrà attenersi ai modi e tempi dichiarati dal governo italiano. L’Italia tornerebbe ad essere sovrana.

  7. Correct Warren, deficit spending for full employment…the “conditio sine qua non” is monetary and political sovereign? If so, we have to get out from Eurozone as soon as possible…my personal opinion

  8. una curiosità. queste note gli sono state inviate a grillo o sono solo postate qui?

    Grillo has received these message?

      1. Parliamoci chiaro,Grillo non capisce di economia,se qualcuno esperto non glielo dice potrebbe dire balle colossali,ci vorrebbe qualcuno che gli faccia capire veramente cosa sta succedendo e qual’è la soluzione

      1. Infatti il debito non è fasullo, è FRAUDOLENTO.
        Il debito andrebbe sconfessato per via giuridica non con un default.

  9. C’è un altro elemento da considerare. Il Governo Monti ha svolto bene la sua missione. Se analizziamo la composizione del debito pubblico dell’Italia (che nell’anno di Monti è AUMENTATO), notiamo che non è aumentato proporzionalmente in tutte le sue componenti, ma che il debito estero è invece DIMINUITO (quasi dimezzato!). Monti ha operato, infatti, una nazionalizzazione del debito, che è precisamente quello che era incaricato di fare. In questo modo le banche tedesche, olandesi e francesi si sono poste relativamente al sicuro in caso di default dell’Italia, il cui peso ora cadrebbe in maggior parte sulle spalle dei contribuenti italiani. Uscire dall’Euro e monetarizzazione del debito è l’unica strada, ma evidentemente i teorici della decrescita sono altrettanto cinici dei tecnocrati dell’Euro. Siamo in una fase molto delicata. Sulle questioni macroeconomiche il M5S è confuso e diviso, dobbiamo cominciare la battaglia contro la “austerità felice” (bisogna smetterla di chiamarla decrescita e dargli il suo vero nome). Il discorso sui limiti della crescita è concettualmente ed economicamente sbagliato, oltre che umanamente ignobile e cinico.

  10. Il M5S pone soluzioni di metodo non di merito, il merito lo acquisisce la collettività, persone con idee che si uniscono ed evolvono i pensieri. Noi siamo per la democrazia diretta, per far parlare i cittadini, gli esperti quelli veri; Grillo o non Grillo la democrazia delegativa è finita, svegliatevi ed attivatevi perchè lamentarsi e dire male di tizio o di caio non risolve i problemi di nessuno. Questa teoria è sicuramente molto interessante quindi invito tutti ad attivarsi la dove sia possibile attivarsi per cambiare lo status quo.

  11. Premetto:scusatemi tutti per le possibili sciocchezze che potrò scrivere. Mi occupo di commerciale in una ditta, con responsabilità. Tendo ad essere concreto, toccherò due punti: se hai debiti, per non farli crescere dovrai pagare almeno gli interessi sul capitale, oggi lo stato si vanta di aver conseguito un avanzo primario(al netto degli interessi sul debito) di circa 2,5% nel 2012, ammazzando di fatto l”economia. Se poi vogliamo cominciare a ridurre il “peso” del debito bisogna generare una inflazione monetaria che superi gli interessi pagati sul debito. Quindi ci sareberro da iniettare nella economia italiana tanto denaro, a carico dello stato: il 2,5% (che attualmente è il rastrellamento di denaro a danno di famiglie ed imprese) più tanto denaro che generi un 6-7 % di inflazione per cominciare a ridurre il valore “percepito” dello stock del debito. Quanti miliardi di euro servono a fare questo?

  12. lo non credo più nel denaro e nel lavoro. La MMT andava bene 20 anni fa. Ora non è più interessante per raggiungere il top della conoscenza umana. Sì, sarebbe cmq meglio di quello che abbiamo ora, ma non sarebbe risolutiva dei nostri problemi. Quindi mi da molto fastidio vedere come la proponete convinti di sapere come va il mondo e di parlare con degli assoluti ignoranti. Abbiamo i mezzi, le risorse, le conoscenze, l’energia, le tecnologie, per dare a ogni essere umano del pianeta, cibo sano, una casa, una sanità, un’istruzione, vestiti, giochi, senza lavorare, solo forse il 3% della popolazione ma lo farebbe in modo volontario, e tutto l’occorrente di cui ha bisogno in modo sostenibile per la natura e le generazioni successive. Sembra utopia? no. Utopico è credere che questo mondo possa andare avanti così. Progetto Venus. Saluti.

    1. Davide io sono a conoscenza del progetto Venus,tutto giusto quello che dicono,ma ci vorrebbe una rivoluzione mondiale affinchè si avveri tutto ciò ed è utopia,questa della mmt sembra una soluzione e poi se ascolti barnard dice che la mmt è a favore delle energie rinnovabili e di tutto quello che va bene al pianeta terra

  13. Grillo, purtroppo, di economia non capisce una mazza e chi ne capisce qualcosa fa finta di non capire. Quello che dice la MMT è sacrosanto, tuttavia la falsa informazione, quella indotta, quella di chi detiene il potere effettivo, è da anni che fa un lavoro certosino: è riuscita a convincere la gente che lo spread è un problema serio, che ha la priorità rispetto all’occupazione al benessere delle famiglie, tanto è che da quando sono cominciati i suicidi all’ordine del giorno della gente disperata, ancora si sente nei Bar gente che parla preoccupata dello spread o che esprime preoccupazioni serie su un’eventuale uscita dall’euro. La MMT pone un problema che non è macroeconomico, è politico. Senza sovranità monetaria non c’è democrazia, non è un’opzione , è una condizione necessaria. USCIRE DALL’EURO!!! SUBITO!!!

  14. buongiorno..quando leggo l’articolo e i commenti ho l’impressione che siate tutti esperti in economia,perche’ io confesso ci capisco ben poco…penso la maggior parte della popolazione ci capisca ben poco e anche molti politici…quindi pochi furbi come monti ci fanno credere quello che vogliono…potreste,economisti indipendenti,unirvi,discutere,spiegare in maniera semplice,e perche’ no,scrivere sul blog di grillo proposte,sono sicura che si puo’ comunicare.meglio unirsi,non dividersi,chi vuole cambiare qualcosa non si faccia la guerra,apra un dialogo…con i grillini in parlamento,che siano invitati a conferenze…che ne dite?

  15. Ai promotori della MEmmt: concordo con la Sig. Francesca Zoia. Cercare approcci in Parlamento e condivisioni su MEmmt. Per 5 giorni (fino a ieri) il quotidiano LIBERO ha trattato opinioni sul tema RESTARE NELL’EURO O USCIRE? L’On. Berlusconi, il Dr. Marchionne, i giovani di Confindustria, il Dr. Tronchetti-Provera, l’On. Brunetta (ed altri) sono contro l’Euro (ci sono anche pareri favorevoli all’Euro, ovvio). Mi sembra saggio e utile cercare alleanze su MEmmt, e, al limite, promuovere un Referendum “Euro sì-Euro no” (era un’idea della Lega, poi del 5Stelle. E’ decaduta?). Ci sarebbe modo di fare conoscere le idee MEmmt ai moltissimi che ne ignorano l’esistenza e la portata (vedremo, intanto, l’effetto “Tour MEmmt di Mosler e Barnard, sperando che non resti materia per pochi intimi-carbonari).

  16. bisogna essere realisti:la me.mmt ha la soluzione.beppe grillo il consenso.bisogna,assolutamente,trovare il modo di celebrare uesto matrimonio.con la me.mmt non si riuscirà mai ad ottenere il potere polico necessario per agire e,grillo,senza validi generali rischia di creare un’immensa armata brancaleone.in nome del bene dell’italia(e non solo):unitevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.