Parlato col capo della segreteria di Fassina, cioè col Prof. D’Antoni, da un minuto. Si scusa, è lui stesso in imbarazzo per la risposta del ministero. Ok, prendiamo la sua buona fede. Appuntamento fissato per lunedì mattina. Vedremo. 

Spiego: sia io che Mosler avevamo giudicato come pretesto l’incredibile affermazione, fatta senza possibilità di mediazione, secondo cui un ministero italiano non poteva pagare le spese di viaggio di un suo consulente. Tutto ci diceva che avremmo semplicemente sprecato il nostro tempo ad andare. Poi alcune mail e tweet di lettori ci hanno convinti a ritentare, e così abbiamo fatto. D’Antoni ci vedrà forse con Fassina lunedì. Ok, vediamo, ma ci aspettiamo molto molto poco, sia chiaro.

FONTE: http://www.paolobarnard.info/

Comments

  1. Molser e Barnard dentro al Ministero italiano?
    INCREDIBILE!!!!
    Non avrei scommesso 1 (stramaledetto) euro sul fatto che Mosler e Barnard e le loro idee potessero varcare le soglie di palazzo ministeriale! Pensavo restassero per sempre relegati al confino!
    Grandi ragazzi!
    Tenete duro, anche una goccia d’acqua può scavare nella roccia.

  2. E’ sorprendente che abbiate ricevuto questo invito dal ministero per cui lavoro…..questo vuol dire che Barnard e Mosler saranno due piani sotto di me lunedì mattina. E’ però vergognoso che questi pidocchi non rimborsino le spese. Me ne vergogno per loro. Ma sappiate che nel frattempo a noi ‘sto cavolo di governo ha confermato la proroga del blocco dei contratti, che già sono congelati dal 2010, per non parlare di altre porcherie che ci hanno combinato! Ma sono contenta comunque di quest’evento…..a differenza di Paolo Barnard, spero che invece porti buoni frutti. INCROCIAMO LE DITA!

    1. Mi auguro che, oltre ad incorciare le dita, lì al ministero stiate facendo un grosso lavoro di divulgazione e di diffusione fra persone di rilevanza istituzionale e funzionari che, per cultura ed onestà, già dovrebbero essere dalla nostra parte, ben sapendo come realmente stanno le cose. Buon lavoro, quindi!

  3. si, incrociamo le dita.

    per l’aquila!

    e per il fatto che non si può ignorare che tante persone ormai non credono più alle chiacchiere.

    e staremo a vedere.

    baci e sostegno a barnard, mosler e alla memmt!

  4. Sembra incredibile che il responsabile economico del partito che sta gabbando in modo così eclatante i propri elettori ormai da svariati anni, si svegli all’improvviso e decida di correre il rischio di svelare il proprio inganno, mettendo a repentaglio la sopravvivenza della sua stessa struttura politica.
    Nessuno crederà alla loro buona fede, ai loro “non sapevo, non pensavo”.
    Mi sembra strano che Fassina si sia deciso a passare alla storia come l’uomo che ha salvato il Paese affossando il PD.
    Comunque Paolo è un incorruttibile con due palle di granito e sono convinto che da questa storia potrà solo ricavarci il meglio per il bene nostro e delle future generazioni.
    Auguri di cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.