Articoli

La Commissione accentra poteri esecutivi e legislativi in stato di “monopolio”. Una aberrazione giuridica che di fatto qualifica l’organizzazione unionista come contraria ai principi alla base delle democrazie moderne, quello della divisione dei poteri.