Articoli

Persino Ciampi negli anni ’80 ammetteva che la Banca d’Italia dipendeva dal Parlamento, organo legislativo sovrano. Ecco cos’è il consolidamento.

Come si finanziava il governo (cioè come il Tesoro finanziava la propria spesa) prima del divorzio fra Tesoro e Banca d’Italia

Il divorzio tra Banca d’Italia e Tesoro, oltre ad aver privato il governo dello strumento per il controllo diretto del tasso d’interesse, ha determinato il trasferimento di ricchezza dalla collettività nazionale a favore dei detentori dei titoli del debito pubblico

Con il cosiddetto ‘divorzio’ tra Banca d’Italia e Ministero del Tesoro, quest’ultimo rinunciava alla sua sovranità nel definire il livello dei tassi di emissione dei titoli lasciando al mercato la sua definizione. Protagonisti di questo accordo: Andreatta e Ciampi. Ecco cosa è davvero accaduto