Articoli

Il “Profeta della decrescita” a L’Aquila tra sogni e realtà. Che poi non è molto distante dal pensiero post-keynesiano: “Riconversione ecologica dell’economia, produzione interna e non export, uscire dall’austerità con la piena occupazione”. Anche se poi si cerca di nasconderlo con innocui slogan: “Né Stato né mercato, voglio la società civile”