Articoli

Il “Profeta della decrescita” a L’Aquila tra sogni e realtà. Che poi non è molto distante dal pensiero post-keynesiano: “Riconversione ecologica dell’economia, produzione interna e non export, uscire dall’austerità con la piena occupazione”. Anche se poi si cerca di nasconderlo con innocui slogan: “Né Stato né mercato, voglio la società civile”

Il mio omologo con opposte preferenze sessuali non andrà anche lui in ospedale, a lavoro, non porterà i suoi figli a scuola? Ma se scuola, ospedali e lavoro saranno pesantemente destabilizzati da politiche socioeconomiche conservatrici allora che senso avrà tutto questo rumore che si sta facendo?
Io non voglio dire che non dovete gioire, fatelo pure e gioite forte, parimenti vi chiederei anche di rivendicare con la stessa fermezza i diritti sociali che questo neo conservatorismo europeo ci sta portando via.

Di seguito la trasmissione “L’Approdo”, andata in onda sulla televisione digitale terrestre abruzzese-marchigiana Super J venerdì 15 gennaio, avente per oggetto il tema della crisi bancaria seguente al cosiddetto decreto salvabanche dello scorso mese di novembre e gli effetti generati a livello economico, politico e finanziario.
Invitato Pier Paolo Flammini, referente per la Me-Mmt della Regione Marche, il quale ha criticato duramente la decisione del governo e della Commissione Europea che hanno condotto al decreto:  “Il governo prende ordini e fa quello che gli viene scritto, non tutela il risparmio secondo l’articolo 47 della Costituzione” ha esordito. Presenti in studio, con la conduttrice Daniela Facciolini, il deputato di Scelta Civica Giulio Cesare Sottanelli, presidente della Banca del Vomano, il giornalista economico Stefano Cianciotta e il referente per la Federconsumatori della Provincia di Ascoli Piceno Antonio Ficcadenti.

Servizio televisivo di Tv Centro Marche sull’incontro organizzato da Me-Mmt Marche a Senigallia lo scorso 19 dicembre. Interviste all’avvocato Marco Mori, al giornalista Pier Paolo Flammini, al trader Giovanni Zibordi e al presidente dell’associazione regionale Me-Mmt Tiziano Tanari

Laura Agea si disse positivamente impressionata rispetto ai piani di lavoro transitorio illustrati durante la conferenza tenuta da Mosler a Bruxelles e affermò come quell’incontro non rappresentasse un momento finale quanto, piuttosto, l’avvio di un dialogo con il movimento italiano della MMT.

Incontro organizzato dall’associazione Me-Mmt Marche sabato 19 dicembre alle ore 17,30, finalizzato alla comprensione di cosa avvenuto con le “4 banche” compresa la Banca delle Marche e come difendersi dalle nuove norme che costringeranno i risparmiatori a pagare i fallimenti degli istituti di credito. Intervengono il giornalista Pier Paolo Flammini, il trader e blogger Giovanni Zibordi, l’avvocato ed esperto di questioni giuridiche europee Marco Mori

Sabato 5 dicembre si è svolto a Recanati un importante convegno organizzato dall’associazione Me-Mmt Marche Economia per la Piena Occupazione. Patrocinato dal Comune di Recanati e appoggiato dalla Confartigianato, l’evento si è svolto nell’Aula Magna del Municipio e si è incentrato sulla proiezione del docu-film “Lasciateci fare” realizzato dal regista Ruggero Arenella, e sul seguente dibattito che ha visto coinvolti oltre che lo stesso Arenella, il trader e blogger Giovanni Zibordi, l’economista Nino Galloni, con la moderazione e partecipazione di Pier Paolo Flammini, giornalista e referente regionale della Me-Mmt.
 
Proponiamo di seguito il video integrale del dibattito. Nei prossimi giorni proporremo delle interviste realizzate a Zibordi, Galloni e Arenella prima della proiezione.

Alcuni dei temi affrontati sono stati:

  • l’evoluzione del pensiero neoliberista, la conquista del suo predominio a livello mondiale fino al Trattato di Maastricht;
  • le ragioni dell’attuali crisi economica;
  • come riconquistare la sovranità monetaria e qual è il modo migliore a livello tecnico;
  • i CCF-Certificati di Credito Fiscale;
  • oltre la tecnica, come agire a livello politico.

Si raccomanda a tutti gli attivisti della MMT, se possibile, di attivarsi per la proiezione del docu-film di Arenella, in quando realizzato con passione, serietà, competenza e aderenza alle vicende storiche. Particolarmente rilevanti i passaggi storici con le dichiarazioni di Milton Friedman, Margaret Thatcher, Ronald Reagan, il colpo di Stato nel Cile di Allende nel 1973.
L’associazione Me-Mmt Marche ringrazia particolarmente l’associata Cristina Di Massimo per il grande impegno speso nella realizzazione dell’evento.

Venerdì alle 21 Giulio Betti e Mario Volpi della Me-Mmt relazioneranno sulla crisi economica e sulle vie di uscita economiche e giuridiche. Sabato alle 17 docu-film sulle austerità con la moderazione di Pier Paolo Flammini e dibattito con Nino Galloni e Giovanni Zibordi

Il canale regionale Tvrs ha realizzato un servizio di 11 minuti con interviste ai relatori Tiziano Tanari, presidente Me-Mmt Marche, Pier Paolo Flammini, referente regionale Me-Mmt e l’avvocato Marco Mori di Riscossa Italiana


Continuano a Macerata gli appuntamenti che consentono di approfondire e capire le dinamiche economiche e finanziarie, ma anche storiche e culturali, dell’attuale crisi del sistema Italia e dell’Eurozona tutta. Nuovo incontro, con ospiti di eccezione, sabato 17 ottobre alle ore 17 all’incontro intitolato “Nuovi modelli economici: che ne sarà del capitalismo?”. Organizzato dall’associazione culturale Azilut presso l’hotel Claudiani in via Ulissi 8, in collaborazione con l’associazione Me-Mmt Marche e Modilaut, interverranno Antonino Galloni, allievo del grande economista Federico Caffè e in passato direttore del Ministero dell’Economia e Finanze. Autore di diversi saggi economici imperniati sulle politiche monetarie e sulle cause della deindustrializzazione italiana, Galloni fornirà un contributo importante per trovare soluzioni durature ai problemi occupazionali ed economici attuali.
Assieme a Galloni interverrà Pier Paolo Flammini, referente economico regionale dell’associazione Me-Mmt, Teoria della Moneta Moderna che deriva dall’insegnamento di Keynes e vede tra i massimi esponenti mondiali l’economista statunitense Warren Mosler, in stretto contatto con l’associazione. Tra i temi in analisi, spiegati in maniera semplice e con alcuni esempi a tutti comprensibili, la sovranità monetaria, le differenze tra euro e moneta sovrana, i problemi connessi all’euro e come rilanciare l’economia italiana e il lavoro.
Data la notevole attualità di questi argomenti è auspicabile una grande partecipazione del pubblico (ingresso libero). Info: 334.3396485.