Articoli

Krugman a Rehn, New York Times: “Non è una questione di rigore nei conti pubblici, non lo è mai stata. Lo scopo è sempre stato usare lo spauracchio ingigantito dei pericoli del debito per smantellare lo Stato sociale”

Sono circa 3 milioni le famiglie che non godono di un reddito ritenuto minimo per la soglia di sopravvivenza (1.011,3 € al mese). Altri 3,5 milioni di persone non arrivanoa 500 € al mese

La riforma del mercato del lavoro secondo Monti rappresenta un passo avanti fondamentale: l’11,1% di disoccupazione

Video: tutti gli interventi di Paolo Barnard a L’Ultima Parola del 9 novembre 2012

Un vecchio disegno criminale neoliberista. Una ricetta che abbiamo già conosciuto con la Thatcher, con Reagan. Un programma che ha aumentato la precarietà e ha ridotto il valore del lavoro e delle imprese

Quelli che hanno svenduto l’Italia all’élite francese: Monti (Vaticano), Draghi, Ciampi, Padoa Schioppa, D’Alema, Prodi. Hai i nomi da più di un anno. Adesso che fai?

I dati del governo Monti sono chiarissimi: l’austerità non funziona. La riduzione della spesa pubblica produce un incremento del numero dei disoccupati. Secondo i vertici INPS, 400 mila lavoratori rischiano di rimanere senza salario

Il Libero Mercato è possibile solo e unicamente a condizione che lo Stato cessi di esistere, poiché lo Stato moderno è nato con la funzione primaria di proteggere la gente dalla furia predatoria del Libero Mercato.