Articoli

“Ho deciso di diventare attivista perché sentivo il dovere morale, da cittadino e partigiano quale mi sento, di dare il mio piccolo contributo politico mediante un concreto attivismo civile. E in virtù del fatto che la macroeconomia costituiva e rappresenta una di quelle discipline di carattere sociale che toccano le corde del mio cuore, ho colto l’opportunità di coniugare l’attività di divulgatore-referente economico di una meravigliosa associazione culturale e di approfondire, studiare temi a me appunto molto cari”

DOCUMENTO IMPORTANTE La ricercatrice del Levy Institute è stata nominata viceministro del Lavoro in Grecia. In un intervento del 2013 esaminava la situazione greca e spiegava in che modo il governo può intervenire per dimezzare subito la disoccupazione: “Con una spesa netta di soli 3 miliardi garantiamo oltre 700 mila occupati a tempo indeterminato”

L’economista della Mmt commenta amaramente la scelta del ministro delle Finanze greco di affidarsi alla società di consulenza Lazard e su twitter esprime il suo disappunto per la “modesta proposta” per risolvere l’eurocrisi. Presto ulteriori approfondimenti