Articoli

Warren Mosler lo scrive nel suo blog: “Un team dell’ufficio di contabilità nazionale appartenente al Ministero delle Finanze stava lavorando su un “piano Dracma” presso l’ufficio del primo Ministro Alexis Tsipras. Potrebbero essere necessari parecchi mesi per implementare il ritorno alla dracma”

Un video di cinque minuti di Alessio Farinella, Memmters toscano, per “vaccinare” le menti dalla propaganda.
 

Primo: l’abolizione dello Stato come sostegno all’economia. Secondo: l’abolizione della moneta nazionale come difesa rispetto alle economie più forti dell’Eurozona. Terzo: stessa moneta, inflazioni differenti. Quarto: Pigs, il Bengodi per le banche franco-tedesche che fanno super-profitti. Quinto: arriva la crisi, i crediti inesigibili e i fallimenti bancari vengono scaricati sugli Stati. Sesto: più tasse e meno spesa pubblica, l’austerità garantisce la finanza e distrugge la società

Analisi dettagliata della situazione ellenica sotto la lente di ingrandimento della Mmt: il punto di vista politico, il ritorno alla dracma, import, export, inflazione e disoccupazione e Pil dal 1980 ad oggi: “La Grecia deve e può tornare ad essere un paese dignitoso”

L’economista statunitense in merito al risultato greco: “Tsipras e Syriza possono parlare quanto vogliono dell’anti-austerità, ma senza la loro moneta nazionale semplicemente non possono farcela”