Hanno chiuso i cancelli, le porte, le finestre, hanno sigillato le fessure, i buchi, e otturato persino i pori dei muri. No escape. Da questa morsa delle Austerità non si scappa.

Warren Mosler aveva pensato anche ad alcune vie d’uscita per i sindaci alla disperazione, quelli senza un becco d’un quattrino a causa del Patto di Stabilità e dei tagli da Roma, oltre alla proposta per l’Aquila di cui al mio precedente articolo. Proposte geniali, veri e propri equilibrismi finanziari per sgattaiolare fra le mannaie mortali delle regole di Maastricht e del Fiscal Compact, cioè le Austerità. Ma una di queste mannaie sembra averci colpiti nonostante tutto.

Il fatto è che le proposte Mosler si basano su prestiti bancari ai Comuni e/o sui crediti d’imposta offerti dal governo di Roma a corporations o a banche. Prestiti e crediti offerti oggi ma ripagabili ed esigibili fra 10 o 40 anni. Ed ecco la mannaia di Bruxelles: anche se un governo dell’Eurozona offre crediti d’imposta che saranno incassati nella realtà fra anni, e anche se un Comune ottiene prestiti che dovrà ripagare in realtà fra decenni, tutto questo deve essere contabilizzato dal Ministero del Tesoro ora, oggi, e ciò ovviamente va ad aumentare il deficit di quel governo oggi. Per cui Bruxelles dice NO! Figli di puttana.

Rischia così di andare in fumo tutto, l’Aquila, la speranza per i sindaci e i cittadini/aziende alla canna del gas. Ci hanno chiuso i cancelli, le porte, le finestre, hanno sigillato le fessure, i buchi, e otturato persino i pori dei muri, e noi dentro a respirare gas. No escape.

A questo punto ci rimane solo una cosa: evasione e disobbedienza fiscale patriottica in massa, appoggiata da una piena ribellione per le strade dei nostri Comuni, coi sindaci in testa e i cittadini – padri, madri, figli – dietro.*

* questo se fossimo in Pakistan, dove queste cose le fanno davvero, sia chiaro. Noi italiani? Ma va là.

Fonte: www.paolobarnard.info

Comments

  1. L’attuale sistema economico produce ai cittadini europei gli stessi disastri dell’Inquisizione. Quest’ultima, come tutti sanno, ha bloccato lo sviluppo, la scienza ed il benessere dei popoli per oltre 500 anni. In ugual misura, finché non ci libereremo di questo fardello criminale, saremo destinati a morire lentamente, macellati con il metodo “halal”.
    E pensare che in TV, ancora, si sentono in modo petulante e stridulo, i soliti ritornelli del contenimento del debito ed il pareggio di bilancio. Ma se questo sale ogni ora di più, nonostante i continui salassi propinati alla povera gente!.
    Vedrete prima della fine dell’anno che polpetta avvelenata ci costringeranno a deglutire senza masticarla.
    E tutti…Tacciono!!!! CHE DISASTRO

  2. Io non capisco molto di finanza. E sto scrivendo cercando solo di far funzionare il cervello, quindi se quello che dico è insensato avrei piacere a sapere il perché cercando di ragionare. Mi sembra che una possibile strada in questo disastro possa essere l’uso il meno possibile della moneta. Se non c’è circolazione di moneta non si deve rendicontare in bilancio e non si può tassare. È così? Se un sindaco attuasse un piano di piena occupazione nel proprio territorio e pagasse chi ci lavora in maniera alternativa, usando le risorse del territorio stesso, potrebbe avere un senso?

  3. L’idea di PAOLO è OTTIMA iniziamo noi della Me-MMT AD ATTUARLA……
    qualcuno dovrà pur partire non siamo tanti ma neanche pochi per organizzarla
    Ribellione e Mobillitazione ad oltranza di tutto il PAESE ITALIA
    non abbiamo altra scelta.
    Altrimenti coda tra le gambe e ognuno si arrangi come può.

  4. ma invece creare delle monete interne ai comuni che affianchino e in qualche caso sostituiscano quella ufficiale?! una follia?
    certo per comuni grandi come le città importanti sarebbe impossibile, ma forse i piccoli paesi potrebbero trarcne giovamento, potrebbero creare delle micro-economie che si sorreggerebbero da sole.
    Anch’io non capisco un tubo di economia e forse questa è una stupidaggine colossale… non so…

  5. Il problema di protestare in italia è uno solo: se mi assento due giorni dal lavoro perché devo andare a protestare il mio titolare mi lascia a casa in 5 minuti..chi ha famiglia o mutui o rate non se lo può permettere il lusso di scendere in piazza..purtroppo lor signori l’hanno studiata bene..con una mano ti danno le briciole e con l’altra ti stringono i maroni..e tu sei lì che ti senti paralizzato dalla tua stessa vita..per questo chiedo agli studenti universitari di mobilitarsi su questi temi, protestare per queste cose non per le solite riformette..ma c’è troppa poca conoscenza temo..

  6. OHHHHHHH era ora cazzo, finalmente ci siamo.
    Mi riferisco alla chiusa finale dell’articolo “a questo punto ci rimane solo una cosa: evasione e disobbedienza fiscale patriottica in massa”, finalmente era quello che volevo sentire.
    Bisogna convincere questo popolo di pecoroni a non pagare le tasse per un semestre per mandare tutto in vacca e toglierci dai coglioni quei parassiti mafiosi di merda che ci prendono per il culo da 70 anni. Solo dopo si potrà ripartire applicando la ME-MMT come Warren comanda*.

    *Questo se fossimo in Pakistan, ma purtroppo siamo in Italia e continueremo a pagare le tasse e piangerci addosso (meglio un mafioso oggi che la responsabilità di gestirsi domani).

  7. Non siamo abituati a combattere la disperazione non è al limite possono spremere ancora per molto tempo , Però a volte scatta la scintilla e tutto cambia basta anche una persona ,esempio la primavera araba o la lotta per la discriminazione razziale in america, speriamo .Prima pero bisogna creare i presupposti perchè possa succedere,informare continuamente su tutti i fronti con tutti i mezzi possibili poi chissà. La forza sia con voi

  8. Secondo me perseguire la disobbedienza fiscale potrà solo fornire un alibi agli sgherri del potere per rovinarti definitivamente l’esistenza e pignorarti tutto quello che possiedi.
    Personalmente sono mesi che insisto nell’affermare l’esigenza di un referente politico sovranista, determinato ed onesto.
    Preso atto che il M5S, tramite i suoi fondatori Grillo e Casaleggio, non vuole farsi portavoce di questo messaggio, occorre guardarsi intorno.
    Da qualche tempo sto valutando la possiblità di iscrivermi all’ARS(Associazione per riconquistare la sovranità) in quanto mi sembra frequentato da personaggi preparati e determinati e nella quale potrebbero confluire tutti i movimenti sovranisti minori, i simpatizzanti (come il sottoscritto) della MEMMT e tutti coloro che hanno apprezzato l’opera di divulgazione sovranista messa in campo dai vari personaggi che tutti conosciamo in rete.
    Mi piacerebbe conoscere qualche parere in merito.

  9. NON abbiamo sovranità monetaria, non abbiamo sovranità territoriale i traditori della nostra Patria Italia, Napolitano,Letta,Monti ,Berlusconi e Prodi
    circolano a piede libero e mi stò a preoccupare dei pignoramenti ?
    Ragazzi non c’è più tempo solo per divulgare e Paolo se ha ‘capito’ come ha detto, questo è il momento !!!
    Fatte un giro su questo blog
    Su la Testa di Gianni Lannes
    e vedete come il nostro territorio è martoriato ‘volutamente’ con il benestare dei nostri politici, non solo economicamente!!
    E allora uniamo le forze anche Gianni Lannes parla di Mobilitazione ad oltranza del paese, vogliamo perdere una casa o la vita dei nostri figli……io ho già scelto voi fatte il vostro gioco..

  10. Che “la mannaia di Bruxelles” non si sarebbe fatta attendere era scontato. Non potevano certo stare a guardare. Penso che ormai non resta che uscire dall’Ue seguendo la procedura dell’art.50 del Trattato di Lisbona. Naturalmente non è facile in quanto la politica in Italia è quella che è e l’attuale governo ha ben altri obiettivi.

    Si tratta certo di non mollare ma anche di continuare a informare che è possibilke riprenderci la sovranità monetaria.

  11. Carissimo Barnard ti ammiro e ti stimo per l’analisi scientifica storica che hai fatto con “il grande crimine”.
    Riguardo l’economia lor signori hanno vinto. in metafora ” il campionato è stato vinto ai punti, le partite che stiamo gicando sono per la sopravvivenza senza dignità”.
    Per riacquistare la dignità di esseri umani passerà un tempo per ora indeterminato, in questo tempo non bisogna agitarsi e tantomeno arrendersi ma cercare di trasmettere e far comprendere alla massa che il peccato originale dell’economia malvagia è il denaro e quando si parla del denaro bisogna parlare senza compromessi dell’origine, su questo punto la mmt non è chiara e limpida.
    “se alla gramigna strappiamo le singole foglie o tutta la parte vegetativa esterna la radice si rafforza e continuerà più rigogliosa, al contrario se si taglia la radice senza toccare la parte vegetativa esterna l’intera pianta muore”.
    le soluzioni di Mosler agiscono sulla parte fogliare della gramigna e comunque la pianta si difende non si lascia strappare nemmeno le foglie.

    1. Centro!!!!!!!!!!
      Finalmente qualcuno ha centrato il problema che neppure Barnard mi sembra abbia intuito.
      Date un occhiata a questo sito http://www.freeworldcharter.org/it/more in cui viene spiegato come grazie al denaro abbiamo vissuto nel peggiore dei mondi possibili e solo liberandoci da esso potremmo aspirare a qualcosa di meglio.
      Buona lettura.

      1. il sito di cui fai accenno fa tanti bei discorsi, in parte condivisibili. Se però non spiega in modo analitico quale sistema possa sostituire il denaro, rimangono solo parole al vento, come quelle dette da un poeta bambino che sogna un mondo utopico come quello delle fiabe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei + tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.