Stephanie KeltonUna buona notizia per l’economia post-keynesiana “eterodossa”: Stephanie Kelton, presidente del dipartimento di Economia all’Università di Kansas City (il cuore mondiale della Modern Money Theory) è stata  nominata Economista Capo della Commissione Bilancio del Senato Usa, per conto della minoranza democratica.
A Stephanie Kelton i più sentiti auguri da parte dell’associazione Me-Mmt Italia e da tutti gli attivisti e simpatizzanti italiani della Mmt.
Stephanie Kelton, già ospite al Summit MMT organizzato da Paolo Barnard a Rimini nel febbraio 2012 e che vide la partecipazione, per la tre giorni, di oltre 2100 spettatori paganti e finanziatori dell’evento, è stata nominata da Bernie Sanders, senatore indipendente affiliato al Partito Democratico. Sanders è l’unico senatore che si è definito socialista negli ultimi 60 anni (precisamente socialista democratico). Sanders ha annunciato di volersi candidare alla presidenza degli Stati Uniti alle elezioni 2016.

Di seguito una traduzione dell’articolo del Washington Examiner. Traduzione di Giulio Betti. Si ringrazia Francesco Chini.
SANDERS NOMINA UN “GUFO DEL DEFICIT” COME SUO ECONOMISTA CAPO
Un’importante sostenitrice di maggiori deficit e politiche economiche non-convenzionali sarà capo economista del senatore Sanders quando questo diventerà un membro di alto grado del Senato a gennaio.
Stephanie Kelton, che si dichiara un “Gufo del deficit” e una dei maggiori proponenti della teoria economica alternativa nota come Modern Money Theory ha annunciato venerdì che sarà capo economista per la minoranza nella commissione bilancio.
“Siamo molto contenti di averla nella nostra squadra”, ha detto l’assistente di Sanders Warren Gunnels al Washington Examiner, sottolineando che la Kelton “ha delle credenziali molto importanti a livello accademico”.
La Kelton è attualmente la presidente del dipartimento di Economia all’Università Missouri-Kansas City. Oltre alla sua carriera universitaria, ha una forte presenza nei media, soprattutto su twitter.
Dall’inizio della crisi finanziaria, la Kelton si è distinta come difensore di maggiori deficit pubblici per contrastare la recessione, così come si è distinta per essere uno dei maggiori esponenti della Teoria della Moneta Moderna, meglio nota come Mmt.
I gufi del deficit si distinguono dai falchi del deficit, i quali preferiscono tagli alla spesa pubblica e, in qualche caso, aumento delle tasse per ridurre i deficit.
James Galbraith, professore all’università del Texas, un altro auto-proclamato gufo del deficit, ha detto nel 2012 che “il gufo del deficit crede che il deficit sia un risultato, non la causa della crisi economica. Secondo me, il deficit è un sintomo, non la malattia“.
I teorici della moneta moderna, che si sono fatti sentire nei giornali e nei blog, affermano che il governo federale non può mai finire i soldi poiché li stampa, e che i deficit aiutano la crescita.
Sanders, che rappresenta il Vermont, è un socialista indipendente. Nel suo mandato come senatore ha evidenziato l’ineguaglianza come maggiore problema da affrontare per la politica e ha cercato di aumentare le tasse per i redditi alti ed espandere i programmi di governo.
Molto conosciuto è il suo discorso di 8 ore nel 2010 contro i tagli dell’amministrazione Bush sui redditi alti. Ha detto che vuole opporsi ai piani repubblicani di ristrutturazione della sicurezza sociale e del medicare, in qualità di membro di alto grado della commissione bilancio