“…perché questo è quello che ci aspetta, voi non ci credete oggi, siamo a Rimini, fra un po’ arriva l’estate, abbiamo tutti i telefonini in tasca, siamo venuti qua in macchina, ci copriamo…questo sta arrivando, sta arrivando qui, è per forza che arriva…”.

Paolo Barnard, durante il primo summit MMT, febbraio 2012

Da Romeo, Anna Maria e Giuseppe sono arrivati, venerdì 5 aprile.

Voi pensavate che noi scherzassimo? Senza coraggio, radicalità e l’accettazione di prezzi da pagare, siamo, lo ripeto, destinati a soccombere. Ho letto che Romeo e Anna Maria si sono legati una corda al collo per problemi economici. Giuseppe non ha retto lo strazio e si è gettato in mare. Uno Stato a moneta sovrana, che vi piaccia o no, non ha vincoli finanziari. Una Banca Centrale guidata da sani di mente potrebbe aumentare le pensioni minime con un click sul computer e evitare ansia, vergogna, perdita dell’autostima a milioni dei nostri nonni e nonne. Qualcuno di voi si è dato da fare affinché ciò avvenisse? Chiarisco che anche i contributi previdenziali sono del tutto inutili in una nazione che emette la propria moneta fiat ad un regime di cambio flessibile senza prevedere la convertibilità della stessa in alcunché. Ma adesso arriveranno commenti che noi non abbiamo chiara la situazione, che strumentalizziamo le difficoltà delle persone a nostro vantaggio.

L’applicazione della Me-MMT porrebbe fine a sofferenze inenarrabili poiché sia chiaro che noi viviamo molto al di sotto delle nostre potenzialità, anche se i mass media hanno convinto tante persone del contrario. Oggi, tutti i sacrifici che ci vengono imposti sono non necessari e frutto della mente di soggetti malati che si sentono divinamente eletti a governare e decidere del futuro degli altri. Monti ha detto, il 6 aprile 2013, “…ecco, vorrei precisare che non si cambia rotta…”. Infatti, nuove tasse in arrivo, la Tares, l’incremento dell’IVA e di nuovo l’IMU mentre in Parlamento si discute del nulla, di eliminare le province e fare una legge sul conflitto d’interessi. Queste nuove tasse annienteranno l’economia italiana, più persone soffriranno perché è questo lo scopo dell’euro. Noi, invece di spazzare via con le elezioni, persone incapaci e spesso in malafede, li abbiamo votati di nuovo, come il Sen. Ichino, secondo cui “l’immagine di un mercato del lavoro in cui manca totalmente la domanda di manodopera è falsa”. Siamo pavidi e ne hanno fatto le spese Romeo, Anna Maria e Giuseppe. Per terminare questo Olocausto europeo imposto dalla Troika con la complicità del Parlamento italiano, sarebbe necessario uscire dall’euro adesso, tornare alla lira applicando la Me-MMT e porre fine a tutte queste sofferenze che ci disumanizzano. Hilberg, studioso dell’Olocausto, ricostruì lo schema preciso attraverso cui si giunse alla distruzione fisica e morale degli oppositori del III Reich. Il problema enorme è che io percepisco delle assonanze spaventose:

  • definizione del soggetto da distruggere psico-fisicamente = l’europeo, che deve abituarsi a condizioni di lavoro cinesi, come ci ha raccontato Alain Parguez;
  • espropriazione dei beni del soggetto da distruggere = come coloro che venivano condotti ai campi di sterminio vedevano i loro beni essere confiscati dal III Reich, oggi, l’approvazione del pareggio di bilancio, del Fiscal Compact che impone la riduzione del debito pubblico (nostri risparmi), in generale un astio ideologico verso la spesa a deficit, più una tassazione senza precedenti, il prelievo forzoso sui cc, quindi l’austerità imposta dalla Troika, viene perpetrato lo stesso scopo;
  • concentramento nel lager, al fine di disumanizzare e, quindi, rendere amorale la distruzione fisica e psichica dell’individuo. La psicologia qui gioca un ruolo fondamentale: l’obiettivo principale era rendere tollerabile lo sterminio agli occhi del popolo spettatore e del soldato che uccideva = non è quello che sta accadendo oggi? I Lager sono le mura domestiche, da cui non usciamo, perché le situazioni di indigenza ci rendono più insicuri e creano dei sensi di colpa. Romeo e Anna Maria, quante volte avranno pensato “perché non ce l’ho fatta?, dove ho sbagliato?” Le sofferenze greche o spagnole, hanno smosso la coscienza di qualcuno? No. Ci dicono che devono soffrire, perché se lo meritano, sono spendaccioni,evasori, non hanno voglia di lavorare. Infatti, olandesi, tedeschi o finlandesi sono in gran parte contrari a aiutare i PIIGS, “…rendere tollerabile lo sterminio agli occhi del popolo spettatore“. Abbiamo subito un processo di deumanizzazione. Per questo la Me-MMT difficilmente intaccherà, la Me-MMT è per gente che ama e ce n’è poca.

Romeo, Anna Maria, Giuseppe, sono i nostri genitori, i nostri nonni. Non li abbiamo difesi.

 

0 commenti
  1. marco
    marco dice:

    mi trovo d’accordo con quanto scrive e non vedo l’ora di vedere la MMT operativa nel nostro paese ma… alle ultime elezioni non ho votato e mi rendo conto che il mio non voto non è servito a niente e che i nostri politici continuano imperterriti nei loro sbagli e vizi – Forse non sarebbe il caso di mettere insieme una forza politica guidata da gente come lei Barnard ecc. che cambi veramente la storia di questo paese? Continuo a diffondere il vostro materiale, ma il nemico avanza velocissimo e il tempo per cambiare le conoscenze e il sentire economico delle persone comuni è oramai veramente poco, tra qualche anno potremmo già avere assistito a un’ ecatombe…

    Rispondi
  2. lucasi
    lucasi dice:

    bisogna darsi da fare, ma non conferenze, non volantini, non pagine sui quotidiani, non “mi piace” su facebook o in un altro sito.( cose utilissime sia chiaro, ma non bastano)…..ogni guerra si combatte ad armi pari…..occorre muoverci in politica, che ci piaccia o no….
    Paolo B. spesso accusa Grillo di essere il capo del M5S ( ed ha ragione) …Grillo non vuole la Tv per i suoi Grillini, e loro non ci vanno
    ma spiegatemi la differenza: Paolo non vuole che MMT diventi politica e quelli della MMT obbediscono……
    come se ne esce????
    io e’ diverso tempo che vi seguo, ho fatto quello che potevo fare nel mio piccolo ( sopravvivo, non ho mezzi economici ) ho divulgato come potevo il sito e le idee MMT
    ma quando sono andato a votare non ho trovato nessuna forza politica che anche lontamente appoggiasse la MMT…..
    Paolo ha provato a dialogare con gli attivisti del M5S , ma proponeva qualcosa di impossibile: abbandonare Grillo e Casaleggio….come dire agli UNNI di ripudiare Attila……
    dove vogliamo arrivare???? guardiamo morire le persone per poi dire : noi lo avevamo predetto??
    io non ci sto piu……..

    Rispondi
  3. Massimo
    Massimo dice:

    E’ commovente vedere come una persona come Dario De Angelis scrive un articolo in cui traspare, è chiaro, tutta la rabbia per quel che è successo. La compassione e l’indignazione non si studiano!!!
    Grandissimo Dario.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *