Strategia:
A)   Allettare le anime attive, dargli una fede dopo anni di buio.
B)   Farli lavorare come negri, gratis.
C)   Una volta che hanno portato il bottino al Padrone, possono pure crepare.
Questo è Casaleggio, a 5 Stelle.
Casaleggio, e il suo specchietto impotente Grillo, hanno invasato, eccitato, corteggiato decine di migliaia di attivisti in buona fede nel Paese. Usando la fatica di questi ultimi a costo zero, hanno spalancato agli italiani medi – cioè a decine di milioni di persone mai state attivisti – l’alternativa al voto mefitico dei partiti tradizionali. Sarà così che alle prossime elezioni il buttafuori da discoteca, la commerciante di scarpe, il taxista o la maestra di canto e tantissimi come loro voteranno il M5S.
E’ quello che voleva Casaleggio.
Degli attivisti a 5 stelle ora non gliene frega nulla. Erano muli da soma. E ora che l’elettorato medio fiocca da Casaleggio in massa, i muli possono pure morire, essere cacciati, trattati da schifo, umiliati, ignorati.
Questo è un cinismo orrendo, altro che 5 stelle.
Il M5S faccia un congresso nazionale di tutti quelli che si sono spellati la schiena per anni e che meritano di essere la VOCE e i Diritti delle 5 stelle, cacci Casaleggio e Grillo dal movimento coi loro grillini ancora così schiavi da non rendersi conto di cosa gli hanno fatto.
Abbiate dignità. Amate il lavoro che avete fatto. Non meritate di essere stati solo muli ora da rottamare.
FONTE: http://www.paolobarnard.info/

Si definiscono Titoli di Stato quelle obbligazioni emesse dal Ministero dell’Economia per conto dello Stato. Quali funzioni hanno in uno Stato a moneta sovrana e quali in uno Stato utilizzatore di moneta

Qualsiasi governo (pienamente sovrano), che sia l’emittente della sua valuta nazionale, non ha necessità di “guadagnare” denaro per pagare i propri debiti denominati valuta nazionale come dobbiamo fare noi privati

Se un governo opera secondo la MMT, ci troviamo sull’orlo di una rovinosa iperinflazione?

Parlo alle persone del Movimento Cinque Stelle, vi parlo come Paolo Barnard ma soprattutto a nome della Mosler Economics MMT. L’incipit di questa lettera è duretto, ma solo per fini di memoria storica. Poi arriviamo alla sostanza

Un’analisi storico-giuridica sull’Unione Europea: dai Trattati alle Istituzioni, dalle fonti del diritto comunitario al suo primato sul diritto nazionale. A cura di Riccardo Tomassetti, Melissa Mastelloni e Lorenzo Madau.
– L’UNIONE EUROPEA (Doc.01 in formato PDF)

Agli attivisti dei gruppi territoriali MMT.
Qui trovate il materiale ufficiale per la diffusione del Programma MMT di salvezza economica per l’Italia
– Qui il volantino (formato pdf)
– Qui il pieghevole A5 (formato pdf)
N.B.:  abbiamo corretto un refuso in data 17 dicembre. Per chi ha scaricato il materiale prima di questa data, chiediamo di effettuare nuovamente l’operazione. Grazie, ci scusiamo per l’inconveniente.

Alle ore 17.30 di oggi 15 dicembre a Uta (provincia di Cagliari), si terrà un incontro-dibattito sul Programma ME-MMT. Relatore: Daniele Basciu

Spesso Chartalism viene tradotto, per farsi beffa di noi, in ciarlatani, invece di cartalismo. Come stanno le cose nella realtà?
Nel mondo reale succede che:
1. Bernard A. Lietaer afferma come la MMT sia totalmente corretta e che la piena occupazione e la stabilità dei prezzi sono  possibili. Racconta di aver parlato con Krugman il quale lo avrebbe avvertito che non bisogna, mai, per nessun motivo, citare il funzionamento dei sistemi monetari moderni. Per nessun motivo, pena non ricevere il Nobel e l’esclusione dagli “ambienti giusti“.

Bernard A. Lietaer non è un MMTer. Studia il funzionamento dei sistemi monetari dal dottorato, svolto al M.I.T. e ha ottenuto la pubblicazione della sua tesi. Fa parte del Club of Rome e è stato un funzionario presso la Banca centrale del Belgio, dove, in particolare, si è occupato della realizzazione dell’ECU.
2.Jan Hatzius. è, attualmente, chief economist della divisione Global Investment Research alla Goldman Sachs. Ha scritto un report in cui analizza l’attuale situazione economica attraverso i bilanci settoriali di Godley.

Hatzius ha affermato che: “…c’è un’identità contabile, se tu consideri tutta l’economia, per semplificare, in base alla quale a ogni dollaro speso dal governo deve corrispondere un surplus del settore privato, semplicemente da un punto di vista contabile, perché l’entrata di un settore è l’uscita di un altro, quindi la somma deve essere pari a zero. Questo è il punto di partenza. È una verità lapalissiana, in fondo”.