Ci sono ventate di bellezza in questa Italia misera. Una è quella accaduta oggi. Ricevo una consistente donazione da un gruppo di imprese che hanno pensato, hanno capito e hanno agito. Non mi dilungo, leggete sotto.
Sta di fatto che ora le oltre 80 aziende che si sono iscritte ai nostri due eventi di Rimini e Cagliari possono portare ciascuna due o tre dipendenti senza costi aggiuntivi, gratis. Basterà presentarsi all’entrata con la ricevuta di bonifico da 100 euro (quello per le imprese) e presentare i due o tre dipendenti al seguito.
Divulgate, grazie. PB
Gentile Dott. Barnard,

 siamo un gruppo di aziende della zona di Modena Carpi (la lista in calce alla presente, e che Le chiedo di tenere riservata). Alcuni di noi sono già iscritti al summit di Rimini da tempo. Con questa nostra desideriamo notificarLe di averVi fatto una donazione extra con il preciso intento di permettere al maggior numero possibile di nostri colleghi delle PMI aderenti alla Sua vitale iniziativa di portare alla manifestazione uno o due dei loro dipendenti senza esborsi aggiuntivi. Questo perché siamo rimasti profondamente colpiti dalla Sua metafora, tempo addietro espressa, del ‘pollaio’ dove questo regime ombra che tutti e tutto controlla ci ha confinati. Vero infatti è che l’economia Keynesiana, di cui Lei oggi rappresenta un raro revival in Italia, prescrive una comunità d’interessi fra redditi percepiti dai dipendenti e utili realizzati da chi quei redditi li paga. In questo spirito vorremmo incoraggiare particolarmente la partecipazione alle Sue manifestazioni di Rimini e di Cagliari di datori di lavoro accompagnati da alcuni loro dipendenti, per mezzo di questa nostra sponsorizzazione. Lasciamo a Lei il modo di metterla in pratica, sicuri della Sua trasparenza.

EsprimendoLe le più vive cordialità, Le porgo i nostri distinti saluti e profonda riconoscenza.

 N.M.

Domenica 14 ottobre ore 16.30 ad Alghero (SS). Tutti i dettagli nel volantino, relatore: Daniele Basciu.

I dati, l’analisi e la risposta alle critiche sul programma di piena occupazione applicato in Argentina: il Piano Jefes. Scrivono Wray e Tcherneva: “il programma è stato un vero successo, fornendo lavoro a due milioni di persone”.

Parguez invia agli MMTers italiani un messaggio sulla vera natura dell’eurozona e su come fuggire dall’abisso. La catastrofe è il risultato del sistema Euro. Esso incarnava il sogno di un Nuovo Ordine sociale, un profondo concetto religioso generante instabilità nella società.

Barnard sui Summit MMT di ottobre: “Sovranità monetaria e tutela dei risparmi”. Obiettivo: “Imporlo nell’agenda delle elezioni attraverso una diffusione democratica che ci salvi dall’eurocatastrofe”

Mosler e Pilkington discutono di una soluzione alternativa: i Tax-backed Bond che contengono una clausola per cui, se il Paese diviene insolvente – e solo se ciò accade, lo Stato emittente li accetterebbe come strumento di pagamento delle imposte.

“Potreste pensare che i non scolarizzati, i poveri e i “non collocabili” non abbiano buone idee di business, o spirito d’impresa o abilità per immaginare cosa ci sia da fare; e vi sbagliereste di grosso”. Pavlina R. Tcherneva

Il grande business d’Europa ha le idee chiare su quelle che vuole vedere come prossime iniziative dell’Unione europea in risposta alla crisi. Il loro programma inquietante si adatta bene con ciò che i governi degli Stati membri e la Commissione europea hanno detto di recente.