EPIC intervista Gennaro Zezza

I Piani di Lavoro Garantito contro la disoccupazione per raggiungere la piena occupazione

Gennaro Zezza è research Scholar presso il Levy Institute of Economics degli Stati Uniti e Professore associato in Economia Politica del Dipartimento di Economia e Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Cassino e del Lazio meridionale. Fa parte del Macroeconomic Model Research Team al Levy Institute ed ha collaborato in passato con il grande economista Wynne Godley, uno degli autori a cui si ispira la Teoria Monetaria Moderna.

Gennaro Zezza

Comments

  1. Due osservazioni.

    Prima. Il prof. Zezza si è formato in ambiente statunitense e forse non ha radicata la conoscenza dei nostri principi costituzionali. Una paga di €600 non è coerente all’articolo 36. Non è un reddito sufficiente ad assicurare una vita dignitosa per sé e la propria famiglia. I Contratti Collettivi Nazionali, frutto di anni di lotta sindacale, partivano infatti da ben altre cifre (l’uso del passato, purtroppo, è d’obbligo). Senza contare che ora le aziende sborsano quasi il doppio dello stipendio percepito da ognuno di noi per via di tasse che potrebbero essere anche eliminate. Non vedo particolari criticità per uno stato Sovrano ad erogare una paga base universale decisamente più alta.

    Seconda. Che il lavoro sia preferibile allo stare a casa senza far nulla non è contro-intuitivo, i nostri padri costituenti l’avevano già compreso. Il “pieno sviluppo della persona umana” passa attraverso l’opportunità straordinaria di poter esprimere le proprie capacità nella società in cui si vive e di godere del riconoscimento che se ne riceve. Il merito è base fondamentale in una democrazia funzionale. Il lavoro è il mezzo supremo della realizzazione di sé. Quali che siano i propri talenti e le proprie inclinazioni, se attuati, la collettività tutta ne riceve un beneficio e la persona si sente realizzata nel benessere e nel progresso sociale cui contribuisce fattivamente . Lavoro è anche attività intellettuale, artistica, umana, non solamente commerciale o produttiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.