Se vuoi organizzare nella tua città una presentazione del Programma ME-MMT di salvezza economica per l’Italia contatta il Gruppo Territoriale ME-MMT della tua zona (qui trovi l’elenco degli indirizzi e-mail).

Bisogna attivarsi per trovare la sala, fotocopiare il programma e far partecipare il maggior numero di persone (cittadini, giornalisti, rappresentati politici, associazioni, etc).
Se non è attivo un GT nella tua regione o vuoi organizzare un evento specifico scrivi a eventi@mmtitalia.info

 

Comments

  1. Cane sciolto, MeMMT dipendente, solo 300 amici, certo che NOI siamo il futuro possibile! Mai tessere di partito, piccolo imprenditore, grande desiderio di un mondo vivibile per mia figlia!!!!!!!!!!!!! Tempo disponibile (lavoro ormai occupa poco). Fan di Barnard, Musu, Becchi, Bagnai, Messora, etc…………… e Mosler! Ditemi VOI!!!!!!!!!!!!!

    1. Fan di Barnard e di Messora contemporaneamente! Come credere contemporaneamente che la terra gira intorno al sole e che il sole gira intorno alla terra. Inconciliabile.

  2. Fabio Studente universitario di Padova.
    Sto studiando da mesi per prepararmi al meglio, ho partecipato al summit di Rimini.
    Spero di poter iniziare il prima possibile a collaborare (nel mio piccolo ho già iniziato divulgando la mmt e raccogliendo consensi tra giovani “giusti”).
    Impegni universitari permettendo cercherò di darmi da fare.
    Avanti tutta.

  3. E’ possibile organizzare un incontro con Barnard e/o Basciu, e/o Musu per gli italiani all’estero? In Inghilterra per l’esattezza. Ho contatti dentro entrambe le universita’ di Sheffield e forse potremmo organizzare un evento qui. Cosa devo fare?
    Vi ringrazio in anticipo
    Nirvana Bassi

  4. Salve, abito nella provincia di Rovigo. Seguo Barnard da diversi anni oramai. Sono uno Psicologo Sperimentale. Desidero creare un gruppo di riferimento per il Veneto, provincia di Rovigo.
    Attendo info.
    Grazie

    1. ciao Francesco in veneto esiste un gruppo regionale composto da attivisti di diverse città. Scrivi a veneto@mmtitalia.info e ti verranno fornite tutte le info sulle attività che il gruppo sta portando avanti nella tua regione.

  5. Vorrei attivarmi per organizzare un incontro nel capoluogo ligure. Vorrei organizzarlo invitando a partecipare rappresentanti delle parti politiche (miraggio ma ci provo) e tramite loro la stampa (lo so), senza contare ovviamente la partecipazione indipendente di chi ne avesse interesse. Sono un giovane studente e mi intendo poco di come organizzare cose di questo tipo ma ci terrei particolarmente e mi impegnerò per farcela ad ogni costo.

    Potete darmi indicazioni precise su cosa fare? Se è necessario raccogliere fondi oltre al trovare un luogo fisico in cui essere e fotocopiare i volantini?

  6. Salve a tutti mi chiamo Emanuela ho 33 anni e sono 2 mesi circa che seguo Barnard, la me-mmt e tutti i blog di informazione “vera”….finalmente ho aperto gli occhi e mi sto rendendo conto della tragedia in cui c’hanno ficcato….vorrei sapere cosa occorre fare per organizzare un evento, io sono della provincia di Pavia e nel nostro comune c’e’ un bel teatro, ex cinema, dove si potrebbe organizzare…e’ ora che la gente sappia la verita’.
    Grazie e saluti

  7. Salve mi chiamo carlo, seguo Barbard da un po’ e lo ammiro per la sua Preparazione e volontà,. Mi piacerebbe essere più partecipe, quindi vi chiedo esiste un gruppo regionale in Lombardia o provinciale a Brescia?
    Per il lavoro che svolgo posso offrire innumerevoli contatti con aziende micro, piccole e medie.
    grazie ancora ragazzi e buon lavoro.

    Carlo

  8. PREMESSO CHE:
    -L’Italia, come parte contraente del Trattato Europeo di Stabilità sottoscritto il 2/03/2012, ha la facoltà di deviare temporaneamente dal proprio rispettivo obiettivo di medio termine del piano di stabilità, in senso ordinamentale.
    -Mentre tale facoltà è differenziata dall’opportunità quindi implicitamente residua di intraprendere in circostanze eccezionali il percorso di avvicinamento all’obiettivo del pareggio.
    -Nell’ordinamento italiano in realtà il pareggio si consegue affidando allo Stato la certificazione da parte dell’Istituto Centrale di Vigilanza dell’equilibrio tra le entrate e le spese del proprio bilancio, tenendo conto delle diverse fasi – avverse o favorevoli – del ciclo economico nel mercato domestico.
    -Altra regola stabilisce che qualora si constatino deviazioni significative dall’obiettivo di medio termine o dal percorso di avvicinamento a tale obiettivo, è attivato automaticamente un meccanismo di correzione.
    -Il DECRETO-LEGGE 30 novembre 2013, n. 1 all’art 4, sancisce la caratteristica di Istituto di diritto pubblico nell’ordinamento generale italiano di Banca d’Italia ma in si contraddice palesemente , sottolineando la caratteristica di indipendenza dell’istituto nell’esercizio dei suoi poteri e nella gestione delle sue finanze , quando poi nello stesso decreto al successivo comma 2 autorizza l’aumento di capitale mediante utilizzo delle riserve statutarie.
    -L’ordinamento finanziario della Repubblica non solo non è la Magistratura che semmai chiede l’autorizzazione a procedere solo al Parlamento ,in caso di fattispecie penali; ma non obbedendo solo alla legge non esercita certo il potere legislativo in parlamento . Infatti l’organo di autogoverno dell’Istiututo Nazionale di emissione della valuta avrebbe dovuto sottoporre al Parlamento e non all’esecutivo l’approvazione della ratifica del piano industriale settoriale di autogoveno dei soci azionisti operanti nel mercato domestico del credito, con corrispondente deliberazione e accordi sul piano strategico di aumento di capitale.
    PQM
    Si prende atto che la parte riguardante a Banca d’Italia del suddetto provvedimento non consente di verificare il rispetto del Trattato di stabilità a partire dal principio dell’equilibrio di bilancio dell’istituto stesso, non avendo conferito quest’ultimo al legislatore le necessarie documentazioni utili all’autoriforma intrapresa e non essendovi ancora un accordo sul meccanismo unico di risoluzione nel quadro dell’unione bancaria.

  9. L’unica cosa che mi sento di dire uniamoci in forza e mettiamo fuori a chi si mette al potere senza il volere del cittadino, chi vuol occupare la poltrona deve fare il volere del popolo. Chi si va a sedere e non soddisfa il popolo deve essere messo fuori subito senza scadenze.

  10. Salve sono Luigi non ho mai inviato un mio commento e vorrei non venisse non pubblicato. Io tengo a dire che il marcio che occupa le poltrone senza il volere dei Cittadini devono andare via. Il volere della moneta da deve stabilire l’italiano, il lavoro deve nobilitare l’uomo e deve essere un diritto per tutti ed a qualsiasi eta’ non aggiungo altro ma informatevi come si vive in INGHILTERRA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × 5 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.