Berlusconi potrebbe realmente disfarsi di Monti se coalizzasse l’intera destra elettorale. Il Vaticano sa che la vecchia coalizione di centro sinistra è tanto ostile a Berlusconi quanto incapace di ottenere la maggioranza.

Così, che fare per raggiungere una forte maggioranza convergente su Monti, convincendo l’establishment conservatore, servendosi di tutti gli avvocati del potere, che Berlusconi è contro tutti i punti della loro più amata agenda?

Primo: Berlusconi non crede nell’Unione Monetaria Europea, o comunque non è pronto a applicare l’agenda di totale austerità che è richiesta da tecnocrati Europei e mercati finanziari. Qui sta un punto cruciale: una larga parte dell’establishment conservatore Italiano condivide la fede religiosa nell’ordine Europeo che è il dogma di durata secolare del Vaticano. Monti è il San Paolo perfetto di questa crociata, lui è un vero devoto, Berlusconi non è abbastanza fanatico, ed è troppo mondano per essere pervaso dallo spirito di questa agenda da neo-crociato. Come potrebbe, il Papa, convincere il nocciolo del suo elettorato?

E’ facile: lui potrebbe investire più soldi di quanto non faccia Berlusconi, facendo affidamento sull’ampia maggioranza dei Professori, usando i sacerdoti, la stampa, etc.

Il Vaticano potrebbe inoltre alimentare una campagna di propaganda attraverso le autorità Europee, in particolare con l’ultra reazionario Draghi come Regista della tragedia. Se Berlusconi vince, Satana va al potere.

Secondo punto. Il Vaticano potrebbe giocare agevolmente due carte: che vergogna sarebbe per l’Italia se un uomo corrotto che si è fatto da sé dovesse vincere contro il Cavaliere della Salvezza, e che tripudio se invece vincesse Monti, che grande squadra sarebbero lui e Draghi! L’establishment Italiano potrebbe essere al potere. L’Italia sarebbe leader (o per lo meno I suoi Professori Rentier) e Roma sarà il vero centro del Nuovo Ordine: dal Paradiso dei Nemici del popolo, Friedrich Hayek sarebbe deliziato da questo spettacolo.

In cosa potrebbe consistere il sogno estremo dell’autoritario Benedetto XVI e di Monti: chi in Europa potrebbe sfidare il formidabile Nuovo superuomo Romano? Il debole e ridicolo Presidente Francese, o la povera Cancelliera Merkel il cui Governo è diviso? Nessuno!

Quindi il Vaticano sa bene di dover giocare tutte le proprie carte per avere Monti come proprio “Papa” profano. Potrebbe essere l’ultima spiaggia per preservare un’Europa Hayekiana realmente cattolica e austera. Il Vaticano sarebbe pronto a diffondere in giro per il mondo attraverso internet le più turpi voci (vere o false che siano) su Berlusconi. Infine, il Vaticano è pronto a iniziare la campagna suprema: “il Santo contro la Bestia. Crocefiggerete nostro Signore una seconda volta?

Posso prevedere che il Vaticano vincerà, visto quanto è ancora di matrice inquisitoria la fede nell’Euro religione. Pregare per la salvezza della classe media Cattolica, promettere ricchezza e perdono per gli altri. Potrebbe risiedere qui il segreto dell’ultima vittoria del Vaticano.

 

Comments

  1. che scenario apocalittico…ma che dire? Alan ha ragione, la chiesa e’ sempre stata partecipe di ogni decisione politica ed ha sempre giocato un ruolo importante, una regia nascosta

    io mi chiedo come e’ possibile che molti non capiscono il vero “quadro” europeo, persino Sapelli, un uomo di grande cultura finanziaria, uno che conosce i meccanismi della moneta , continua a dire che non bisogna uscire dall’euro, ma battersi per un europa MIGLIORE. il suo ragionamento non fa una piega, ma pecca di un fattore fondamentale: come si fa a cambiare una cosa nata gia’ per essere cosi????? possibile che non si renda conto che l’UE e’ cosi strutturata solo per decisioni prese a priori e non per errori di valutazione?

    mi domando , non sarebbe possibile contattare Sapelli tramite la ME-MMT ( Barnard, Mosler o chi puo’ farlo) anche solo per uno scambio di opinioni sulla reale configurazione dell’UE?

    1. Ben detto Lucasi.
      Purtroppo per Sapelli come per gli altri economisti italiani che vogliono l’uscita dall’euro meglio lasciar perdere.
      Come giustamente dice Barnard nell’incontro presso l’HUB di Milano, bisogna avere il coraggio di denunciare la realtà e chiamare tutti costoro per quello che veramente sono, ossia, nientaltro che dei volgari criminali che si nascondono dietro la loro falsa fede economica e i loro dogmi.

      1. io non credo che a Sapelli manchi il coraggio di fare cio’ , piu volte ha descritto come il parlamento europeo non serva a nulla perche non legifera, piu volte ha condannato l’attuale commissione ecc ecc
        sentendolo parlare lui “sogna” un’UE democratica , rivedere i trattati, aumentare il limite del decifit, una BCE che garantisca i debiti, insomma “sogna” l’europa come dovrebbe essere, io penso che lui creda ad un errore di valutazione dovuto a pensieri economici “sbagliati” e non ha un piano costruito a tavolino volutamente dall’elite…in ogni caso , se anche per assurdo fosse solo un errore di pensiero economico, come si puo’ correggere il tutto se non con l’uscita globale dall’euro zona? e poi dopo , se vogliamo, potremmo nuovamente riprovare a fare un’ unione democratica e non tecnocratica….quindi io domandavo, non si potrebbe riprovare a contattare Sapelli, mi sembra l’unico valido, senza nulla togliere ad altri tipo Borghi, se anche Borghi vuole l’uscita dall’euro, mi pare un uomo un po’ piu limitato nel sapere della finanza…

        spesso, senza offfesa ci mancherebbe, l’ostilita’ che ha Barnard a cercare “alleati” e’ paragonabile a quella di Grillo , “si deve fare tutto da soli”……mi perdoni Paolo B. , non voglio far passare l’analogia con Beppe,

        1. Credo che le piccole realtà possano essere gestite molto meglio di quelle macroscopiche. Gli stati europei non sono gli Stati Uniti d’America e se vogliono collaborare per crescere insieme lo dovranno fare nel rispetto delle identità diverse e quindi dell’autonomia di popoli di pensiero e tradizioni diverse.
          L’eurozona è stata concepita per spaccare e non unire l’Europa, in quanto piano franco tedesco per deflazionare le economie del sud Europa e non è riformabile un piano così accurato portato avanti da 70 anni. Anche solo pensare di fare ciò sul piano politico è un disastro, servirebbero maggioranze blindate all’interno di tutti gli stati e in più come giustamente dice Sapelli il parlamento europeo nulla conta e le leggi sono fatte dalla Commissione.
          Sapelli, Borghi e gli altri possono essere utili per smontare comunque le falsità del pensiero neoclassico. Per i toni, purtroppo gli attacchi all’MMT sovente vengono da loro e Bagnai ad esempio ha definito Barnard con epiteti molto volgari, senza un reale motivo per cui prendersela.
          Comunque penso che ora tocchi a noi cittadini darci da fare…

          1. “L’eurozona è stata concepita per spaccare e non unire l’Europa”

            infatti, e’ impossibile correggere l’attuale UE, va smontata e se proprio si vuole fare un UE democratica si deve riniziare tutto da capo, con nuove idee e nuovi strumenti
            “Comunque penso che ora tocchi a noi cittadini darci da fare…”

            mettiamocela tutta, ma la vedo dura veramente

  2. Bersani e tutta l’ala ‘riformista’ del PD proni alle richieste dell’Europarlamento, “la Germania ha ragione di bacchettarci!” , Monti che “ci ha salvato dal baratro” che chiede espressamente di eliminare quelle (poche e comunque inutili) voci fuori dal coro a sinistra, sindacati collusi oppure ignoranti che si stanno giocando le loro ultime rendite alla faccia dei propri iscritti (vedere agenda dei candidati PD)…..e gli altri…nessuno capisce e/o nessuno fiata!…….SVEGLIA GENTE!!!!

  3. giustissime considerazioni giustissima la politica economica della MMT ma attenzione a non far passare il messaggio che un politico è meglio di un altro…perchè la gente ignorante può capire quello…la classe politica va riformata tutta. vanno levati da lì tutti i parlamentari e ricominciare da zero mettendo in pratica politiche neo-keynesiane

  4. Ho profonda stima per Moosler e credo nell’applicazione della memmt….non ho alcuna stima per Parguez, che utilizza la questione economica per attaccare la Chiesa Cattolica e sventolare i suoi ideali satanisti e massoni .Ci vuole un gran bel coraggio a dire che l’attuale Unione europea e’ una costruzione voluta dai cattolici…se fosse stato così in tutta l’europa occidentale non si sarebbero diffuse le legislazioni a favore del riconoscimento delle coppie di fatto…L’unione europea e’ una costruzione imposta e voluta da una certa massoneria liberale e conservatrice ,a cui successivamente si e’ accodata parte della massoneria socialista -democratica della quale Parguez fa parte. Mi sembra veramente sconcertante associare il pensiero di hayek al pensiero sociale cattolico…Hayek e’ stato agnostico e il suo credo liberoscambista cozza i principi della dottrina sociale della chiesa…E’ vero che alcuni cardinali della chiesa ,stupidamente e per ignoranza,hanno sostenuto Mario Monti..e’ vero che Monti e’ cattolico,ma e’ un cattolico-liberista che al pari del Catto-comunismo rappresentano due autentiche eresie in contrasto con la tradizione sociale cattolica…Monti e’ stato tra l’altro vicino a Spadolini ed al partito repubblicano, un partito fortemente laico ed ispirato ai principi del risorgimento massonico anticlericale…lo stesso padre Amorth,uno dei più noti esorcisti del mondo ,non ha esitato a definire Monti un massone satanista…Quindi Parguez farebbe meglio a soffermarsi sulle analisi economiche evitando di strumentalizzarli per diffondere la sua visione del mondo massonica ed anticlericale,rischiando tra l’altro di allontanare tanti buoni cattolici dall’adesione al movimento memmt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.