Volete organizzare una o più conferenze Me-Mmt? Contattate il gruppo Me-Mmt della vostra regione!

Memmt a Civitavecchia

Stiamo cercando, a suon di conferenze tenute in tutti gli angoli della nostra Italia, di diffondere quanto più possibile i contenuti della Mosler Economics Modern Money Theory: capire la Moneta Moderna per la piena occupazione e il rilancio delle imprese italiane.

Di seguito due “report” di due recenti conferenze organizzate a Civitavecchia, in provincia di Roma, e a Castelbolognese (Bo) (qui la recente e apprezzata conferenza a Chiusi, in provincia di Siena). Sabato 14 marzo nella città laziale, alla presenza di un folto pubblico e dei referenti regionali e diversi parlamentari del Movimento Cinque Stelle, hanno relazionato per la Me-Mmt Gianluca Gandini e Riccardo Tomassetti. Qui l’articolo e le foto da lavocedelpopolo.net.

Apprezzamenti notevoli anche da “castelbologneseinmovimento“, che nella propria pagina Facebook ha espresso sentiti ringraziamenti per le due serata di approfondimento. Di seguito il testo:

Castelbognese In MoVimento ringrazia tutti gli intervenuti di ieri sera al Cinema Moderno, secondo appuntamento economico focalizzato sui Trattati Europei. 

I preparatissimi attivisti dell’Me-mmt ci hanno potuto condurre all’interno dei principali trattati, facendo luce la dove spesso le ombre prevalgono. 
Quando le informazioni vengono divulgate con precisione, basandosi sui fatti, dando gli strumenti per poter agevolare la comprensione, questo ci porta consapevolezza e minor timore di affrontare le decisioni che ognuno di noi può (o meglio deve) prendere. Grazie di cuore ai relatori Giuseppe Nasone, Daniele Morandi, ed agli attivisti Ezio la Milia ed Alessio.

 

Comments

      1. grazie, le lezioni a napoli sono OTTIME e ben fatte e soprattutto spiegate in una “lingua” comprensibile a tutti…..davvero bravi

        nel mio piccolo noto che la “gente” , molta, si e’ rassegnata, sfiduciata aspetta pazientemente la FINE
        mentre altri, per primi gli imprenditori, non ci capiscono na mazza, igannati da pensieri neoliberisti, sognano stipendi per i dipendenti bassissimi per riuscire a rientrare nei bilanci
        Non c’e’ verso di farli capire che se diminusci gli stipendi gli operai spenderanno sempre meno ,,,,ma loro egoisticamente pensano solo alla propria sitazione, non vedono oltre il loro corto naso, e piangono miseria con le tasche sempre piene dei risparmi fatti quando tutto andava bene
        molta gente non si merita veramente NULLA……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.