Roberto Santilli ha iniziato uno sciopero della fame chiedendo che a L’Aquila si apra un tavolo di emergenza nazionale per mettere a punto una “uscita coordinata e non scomposta dell’Italia dall’Eurozona e la distruzione dei Trattati sovranazionali che stuprano la nostra Costituzione”. Di seguito, il testo scritto dallo stesso Roberto, ex-giornalista aquilano di AbruzzoWeb e cronista di fatto della MMT in Italia fin dai primi passi, a seguito del summit del 2012 di Rimini. Santilli è stato anche attivo organizzatore di eventi e iniziative nella sua Aquila e in Abruzzo.

Seguiremo e divulgheremo passo per passo l’iniziativa drammatica di Roberto e la sua lotta democratica e non violenta.

La redazione di Memmt.info e il Consiglio Direttivo, a nome dell’associazione Memmt Italia, esprime la massima vicinanza e solidarietà rispetto all’iniziativa di Roberto Santilli.

 

Roberto Santilli

 

Comincio lo sciopero della fame a tempo indeterminato.

Solo liquidi, seguito giornalmente dal dottor Guido Quintino Liris.

Vado subito al sodo con motivazioni e richieste.

La drammatica pagliacciata del referendum in Grecia – che non contemplava l’uscita dall’Eurozona – e il definitivo crollo del falso eroe Tsipras, non lascia dubbi: l’Europa dell’Unione, della Commissione, dei Trattati sovranazionali e della moneta unica, non è assolutamente riformabile. Nata per strozzare ogni respiro sociale, continuerà a farlo fin quando non avrà incenerito tutto e tutti. Non so se si sveglierà chi, anche di fronte a una verità che non teme smentita, si ostina ancora a parlare di “sogno europeo”; è bene però che sappia che il suo è collaborazionismo. E il collaborazionismo è un crimine.

Così come è un crimine, oltre che una strada impraticabile ed offensiva, affidare al popolo la scelta sulla permanenza in un lager economico di portata storica.

Dai lager si fugge. Punto.

E allora, chiedo – la costituzione di un tavolo di emergenza nazionale all’Aquila per mettere a punto l’uscita coordinata e non scomposta dell’Italia dall’Eurozona e la distruzione dei Trattati sovrazionali che stuprano la nostra Costituzione, tavolo la cui organizzazione dovrà partire dalla Regione Abruzzo, di concerto con i Comuni di L’Aquila, Pescara, Chieti e Teramo e con le altre istituzioni, anche non politiche, abruzzesi – la rimozione della bandiera dell’Unione Europea da tutti gli uffici istituzionali italiani, scuole ed università comprese – la composizione di uno staff tecnico permanente che coinvolga all’Aquila, tra i No Euro, i migliori economisti ed esperti di alta finanza, a partire da Warren Mosler, e gli esperti di materie giuridiche e di politiche del lavoro, sia a scopi operativi che divulgativi (in scuole, università, associazioni, sindacati, etc.).

Il tutto al fine di imporre il Programma di Piena Occupazione e di Pieno Stato Sociale Me-Mmt, col conseguente e sacrosanto ripristino di Costituzione Italiana, Sovranità Monetaria, Sovranità di Bilancio. È l’ultimo tentativo non violento di provare a fare qualcosa di concreto.

Lo devo a chi mi ama sul serio e che non è qui al mio fianco, a chi mi ha sopportato per tanto tempo, ai figli che non ho e ai figli che sono già al mondo.

Comments

  1. il gesto di Santilli dovrebbe avere un grossissimo seguito,se continuiamo a non capire che siamo in GUERRA,non la combatteremo mai,e non potremo che perderla!!!!!

    1. Pensiamo di sì. Lui si trova a L’Aquila. I gruppi Me-Mmt ma anche le altre associazioni MMt si sono e si stanno mobilitando.

      1. Penso che la cosa da fare sarebbe di andare là in migliaia a sostenerlo. Serve una movimentazione di massa per smuovere la ggggente.

  2. Hai il mio totale appoggio se non fosse per situazioni personali sarei al tuo fianco a scioperare contro questo obbrobrio di europa che ci sta dilaniando. W la sovranità monetaria!

  3. carissimo Roberto
    grazie 1000! del tuo gesto coraggioso!
    UNITA’ farà la diversità e si inizierà dalla base per risalire la china
    Uniamoci tutti a te, con te, per il bene di tutti e del nostro Futuro
    ho avuto notizia che la settimana precedente al Referendum in Grecia anche l’Austria si è pronunciata a favore dell’ uscita dal Lagher economico
    io divulgherò e divulgherò fra tutti quelli che conosco
    all’Aquila ti puoi mettere in contatto con la dr Maria Grazia Lopardi
    se mi telefoni ti invio il suo contatto personale..3357695783
    un grande SI’ alla Vita tutti insieme
    grazie Rosanna

  4. Grazie per l’ esempio, per il tuo coraggio di essere l’uomo come pochi che hanno coraggio di essere fino in fondo è di agire e stimolare la responsabilità di ognuno di noi verso l’indiferenza che ormai la fa da padrona. Sono con te.

  5. Ci mancava un digiunatore, questioni di grande coraggio e massimo rispetto. Purtroppo, come ho scritto da tempo, gli obiettivi del Memmt sono delle grandi utopie. Non è colpa dell’ Europa se siamo ridotti a questo punto. E’ la politica cialtrona e deliquenziali di 30 anni di saccheggio che ci hanno ridotto ad essere il paese con tutti i record negativi:
    – debito/pil
    – libertà di stampa
    – disoccupazione al 13%
    – evasione fiscale
    – giustizia lenta opportunamente creata dai politici
    – burocrazia ai massimi livelli soffocanti
    – debito di oltre 40 miliardi verso imprese
    – soppressione del “lavoro” e dei suoi diritti considerato come fango
    – continuo e inarrestabile corsa al debito di casta
    Accipicchia è colpa dell’Europa? O siamo noi che ci siamo meritati tutto questo in quanto indifferenti al malaffare e assuefatti al ladrocinio nei confronti di noi cittadini?
    Quindi massimo rispetto per l’amico giornalista, ma credo che l’obiettivo fosse più consono a temi più vicini al popolo servo dei politici. In bocca al lupo, di cuore.

  6. Credo che la Costituzione sia stata stuprata e continua ad esserlo dalla casta politica italiana e non della Europa.

  7. Caro Santilli

    l’ Italia e’ una repubblica democratica. Presentati alle elezioni, e cerca di far passare le tue idee e il tuo programma

    Il resto sono inutili vaneggiamenti

    migliori saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + diciotto =

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.