Con il prolungamento del Quantitative easing deciso da Draghi, la Banca Centrale Europea si impegna ad emettere mezzi monetari per un valore di circa 1.800 miliardi di euro. Il tutto (nelle dichiarazioni ufficiali) per generare inflazione.

Quantitative Easing e Bce

Considerando che i disoccupati oggi nell’eurozona sono circa 17 milioni, se lo stesso ammontare di euro fosse destinato a finanziare programmi di lavoro transitorio per mettere a lavoro tutti i disoccupati dell’Eurozona ad un reddito di 1.000 euro al mese, si avrebbe reddito garantito per costoro e piena occupazione per quasi 9 anni!

Quindi con la stessa cifra non ci sarebbe più un disoccupato in tutta l’Eurozona fino al 2025. Ci rendiamo conto?

E probabilmente in questo modo la BCE riuscirebbe anche nel suo intento di generare un pò d’inflazione.

Se dividessimo la stessa cifra (1.800 miliardi) per il numero dei cittadini dell’Eurozona (335 milioni circa), si tratterebbe di un bonifico di circa 5.400 euro a testa. Compresi bambini, casalinghe, pensionati. Quindi una coppia con due figli si vedrebbe aumentare il proprio conto corrente di c.ca 21.600 euro.

La crisi economica si polverizzerebbe in un istante, e l’incubo finirebbe immediatamente. Ma non si può.

E’ la truffa del Millennio. E voi la subite in silenzio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 + sei =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.